curriculum

L’Istituto Walden organizza attività formative in tutta Italia sui diversi settori di applicazione dell’approccio cognitivo-comportamentale. Ne segue che l’Istituto Walden è sorto avendo alle spalle un retroterra culturale e professionale ad ampio spettro e con solide radici.

Le attività formative hanno avuto inizio nel mese di ottobre 1982 e sono proseguite fino ad oggi articolandosi su più livelli:

  • il primo fa riferimento a corsi di formazione quadriennali rivolti a psicologi e medici in Terapia Cognitivo-Comportamentale
  • il secondo a corsi di formazione annuale e biennale rivolti ad insegnanti, psicologi, pedagogisti e terapisti della riabilitazione
  • il terzo a corsi di formazione brevi rivolti a professionisti della salute e dell’educazione
  • il quarto si è concretizzato in Seminari di studio, Workshop, Convegni e Congressi internazionali

Di seguito una sintesi della storia dell’Istituto

Storia

Il 10 dicembre 1981 viene fondato l’Istituto Walden con sede in via Campo Marzio 12 a Roma. Il presidente è Paolo Meazzini.

Il 30 ottobre 1986 l’Istituto cambia ragione sociale e diviene l’Associazione Italiana di Psicologia e Terapia Cognitivo Comportamentale.
I presidenti sono Paolo Meazzini fino al 1994 e Carlo Ricci dal 1995.

Nel 1998 viene aperta la seconda sede dell’Istituto in via del Boschetto 49 a Roma e viene fondato l’Istituto Walden – laboratorio di Scienze Comportamentali – Centro Studi Ricerca e Formazione, S.a.S

Nel 2007 viene aperta la sede dell’Istituto Walden di Bari in via Emanuele Mola 34 ampliata nel 2015 con un’altra sede nello stesso edificio.

Nel 2011 viene costituita la Walden Technology s.r.l.

Nel 2012  la Walden Technology è partner nella costituzione della AIDVANCED S.r.l. una società nata da un gruppo di ricercatori dell’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del CNR di Roma e dell’Università di Napoli “Federico II”

Nel 2017 la Walden Technology è partner per la costituzione di uno Start up innovativa dell’Università “La Sapienza” di Roma (in corso di approvazione)

Attività formativa

Dal 1982 ad oggi prendono avvio i corsi quadriennali di formazione in psicoterapia cognitivo comportamentale

Dal 1984 al 1994 prende avvio il corso annuale su “Handicap e Disabilità di Apprendimento”

Dal 1986 al 1999 L’Istituto fornisce il supporto scientifico ai corsi Biennali di Specializzazione per l’Insegnamento nel Sostegno riconosciuti dal Ministero della Pubblica Istruzione ex D.P.R. 97011975

Dal 1995 al 2005 prendono avvio i corsi biennali in Counseling ad Indirizzo Cognitivo Comportamentale

Nel 1996-97 l’Istituto organizza per conto del Provveditorato agli Studi di Roma il primo corso di aggiornamento per insegnanti di sostegno della Provincia di Roma che conta oltre 1400 iscritti. Gli atti del Corso sono pubblicati dalle Edizioni Centro Studi Erickson.

Dal 1997 al 2007 viene affidata all’Istituto la direzione dei corsi per Operatori di Centri per Gravi della Lega del Filo d’Oro di Osimo.

Dal 2004 al 2007 viene affidato all’Istituto la formazione e aggiornamento degli educatori degli asili nido e degli insegnanti della scuola dell’infanzia del Comune di Prato

Dal 2005 al 2008 l’istituto è partner ufficiale del Master Internazionale “Processi d’integrazione delle persone con disabilità, con disagio sociale e anziane” promosso dallo IUSM di Roma, l’Università di Uberlândia (Brasile), l’Università di Murcia (Spagna), l’’Università Paris V (Francia) e l’Università di Campobasso.

Nel 2008 l’Istituto è partner ufficiale del “Dottorato di Ricerca Internazionale Culture, disabilità e inclusione: educazione e formazione” promosso dall’Università Foro Italico di Roma e dalle Università di Bologna, Lumière-Lyon 2 (Francia), Federal de Uberlândia (Brasile), Gaston Berger de Saint-Louis (Senegal), Polynésie Française (Tahiti) e National Taipei University of Education (Taiwan).

Nel 2010 prendono avvio i corsi di formazione di base per tecnici ABA in tutto il territorio nazionale.

Dal 2012 l’Istituto finanzia borse di dottorato presso il Dipartimento di Psicologia Dinamica e Clinica della Facoltà di Medicina e Psicologia dell’Università ‘Sapienza di Roma’

Nel 2015 l’Istituto Walden è tra i soci fondatori della “Consulta delle Scuole Italiane di Psicoterapia Cognitiva e comportamentale”.

Nel 2017 l’Istituto è partner ufficiale del Dottorato di Ricerca Industriale finanziato dal MIUR che si svolgerà presso la Walden Technology del gruppo Istituto Walden e l’Ospedale Pitié-Salpêtrière con il coordinamento dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

Attività clinica


Nel 1982 viene avviata un’intensa attività clinica suddivisa in due dipartimenti:

  1. Psicologia Clinica e Psicoterapia dell’Adulto attualmente coordinata dalla dott.ssa Maria Romagnuolo
  2. Clinical Applied Behavior Analysis per l’età evolutiva attualmente coordinata dal prof. Carlo Ricci

Nel 2007 prende avvio il WIAP (Walden Institute Autism Project) e viene istituito il Centro di Intervento Precoce per i Disturbi Pervasivi dello Sviluppo coordinato da Chiara Magaudda

Ricerca

Walden Personal Communicator (WPC) potenziamento dei processi di comunicazione interpersonale in persone con grave compomissione del linguaggio e della comunicazione

Il prototipo di WPC è stato valutato in collaborazione con il gruppo di ricerca del prof. Giulio Lancioni dell’Università di Bari e il Laboratorio di Scienze e Tecnologia della Cognizione dell’Università ‘Federico II’ diretto dal prof. Orazio Miglino. I primi dati indicano che i soggetti posti in condizione di poter scegliere tra l’utilizzo dei tradizionali PECS e gli I-PECS (quelli supportati da WPC) preferiscono i secondi ai primi. Inoltre il WPC sembra stimolare le richieste comunicative, infatti il numero di richieste veicolate tramite WPC è significativamente maggiore di quelle avanzate con i PECS tradizionali. Genitori ed educatori hanno espresso un elevato gradimento del sistema WPC rispetto ai tradizionali sistemi PECS, SGDs o loro combinazioni.

Ricci C. Andrea Di Ferdinando Alberta Romeo, Orazio Miglino  (2013). Migliorare la comunicazione attraverso il Picture Exchange Communication System (PECS)  e gli Speech-Generating Devices (SGDs): il Walden  PECS Communicator (WPC). Disabilità Gravi 3/2013

Piccenna M e Romeo A. Efficacia dell’applicazione del Picture Exchange Communication System (PECS) con adolescenti ed adulti con disabilità intellettive gravi: una rassegna. Disabilità Gravi,  vol 3/2013

Orazio Miglino, Andrea di Ferdinando, Massimiliano Schembri, Massimiliano Caretti, Angelo Rega, Carlo Ricci. STELT (Smart Technologies to Enhance Learning and Teaching): una piattaforma per realizzare ambienti di Realtà Aumentata per apprendere, insegnare e giocare. Sistemi Intelligenti, Il Mulino.

Walden Institute Family Quality of Life Project

In collaborazione con l’Università del Texas at Austin (USA) è in corso la validazione italiana della FQoL Scale del “Beach Center of Disability“ (Park et al., 2003). Vede il coinvolgimento del Centro per gli interventi precoci nei bambini con autismo dell’Istituto Walden di Roma e Bari, e di importanti Enti e centri di riabilitazione italiani tra i quali: La lega del filo d’Oro di Osimo, e l’AS.SO.RI di Foggia

Responsabili: Giorgia Carradori e Alberta Romeo (Istituto Walden), Nina Zuna (Università del Texas)

Ricci C., Giorgia Carradori, Camilla Ferrara, Alberta Romeo, Emanuela Soleti, Nina Zuna. Presentazione Italiana del Beach Center of Disability – La Family Quality of Lyfe (FQOL SCALE). X Congresso Nazionale della SIPSa, Orvieto 10-12 maggio 2013

Carradori G., Ferrara C. e Ricci.C. La Family Quality of Life: una rassegna della letteratura nelle disabilità intellettive e nell’autismo. Handicap Grave, 2/2011.

Romeo Alberta, Dissertazione di dottorato su “L’aderenza al trattamento #ABA e la FQoL. Correlazione in un gruppo di bambini con spettro autistico”, 2017

Walden Institute Autism Project

Si tratta di una ricerca longitudinale sull’efficacia degli interventi precoci secondo l’applicazione di un programma ABA-VB in un campione di famiglie in trattamento.

Responsabili: Carlo Ricci e Chiara Magaudda (Istituto Walden)

Carlo Ricci, Alberta Romeo, Delia Bellifemine, Giorgia Carradori, Chiara Magaudda. Applied Behavior Analysis – Manuale per Tecnici ABA-VB. Edizioni Centro Studi Erickson di Trento. (Prima ed. 2014, Seconda ed. 2015, Terza ed. 2016)

Romeo A. e Bellifemine D. Trattamento delle stereotipie vocali attraverso una procedure di Rinforzo differenziale dei comportamenti divesi e costo della risposta nel contesto scolastico, Disabilità Gravi, vol 2, 159-174, 2013.

Carradori G., Sangiorgi A., L’analisi funzionale del comportamento. Con prefazione di Carlo Ricci e Peter Sturmey, Edizioni Centro Studi Erickson di Trento (in stampa)

Le funzioni esecutive nei bambini con ADHD

Si è avviata una collaborazione con la Clinica Sant’Alessandro di Roma dell’Università di Tor Vergata per uno studio sul funzionamento dei bambini con ADHD al fine di produrre una metodologia di assessment in grado di rilevarle le peculiarità di funzionamento.

Responsabili: Augusto Pasini (Clinica Sant’Alessandro di Roma dell’Università di Tor Vergata), Carlo Ricci (Istituto Walden)

Apprendimento implicito

Lo scopo di questo studio è di stabilire se man mano che cresciamo diminuisce la nostra capacità di apprendere inconsapevolmente (apprendimento implicito), mentre aumenta l’abilità di apprendere consapevolmente.

Responsabile: Alberta Romeo (Istituto Walden)

Ricci C., Romeo A., Lombardi, G Mastrangelo M.E., Esiste un’età critica nell’apprendimento?. Brainfactor, in Press 

Walden Institute Psychotherapy Project

La ricerca è sulla comparazione tra psicoterapeuti senior e Junior attraverso lo studio dei pattern comunicativi nella gestione del primo colloquio in psicoterapia cognitivo comportamentale.

Responsabili: Alessandra Talamo (Università di Roma), Maria Romagnolo e Carlo Ricci (Istituto

Walden)

Talamo. A., Romagnuolo M., Ricci C. (2008) Problem formulation in first encounters: giving salience to clients’ stories in psychotherapy. Psicoterapia cognitivo comportamentale, vol. 14, n. 2 

BlockMagic

Si tratta di un progetto finanziato dalla comunità europea coordinato dall’ISTC del CNR di Roma con la partnership della Lega del Filo d’Oro di Osimo, l’Università di Dresda (Germania), l’Università di Barcellona (Spagna), Scuola dell’infanzia e primaria di Atene (Grecia). La finalità del programma di ricerca è la realizzazione e applicazione di materiali didattici assistiti dalla tecnologia RFID e software dedicato. Una parte della sperimentazione è implementata su di un campione di alunni con disabilità.

Responsabili: O. Miglino, R.Di Fuccio, M. Barajas, M. Belafi, P.Ceccarani, D. kopoulou, C. Ricci,

A. Trifonova, A. Zoakou

Ricci C. (2012) Block Magic: nuovi orizzonti nell’Assistive Technology? Editoriale Disabilità Gravi. 3/2012

O. Miglino, R.Di Fuccio, M. Barajas, M. Belafi, P.Ceccarani, D. kopoulou, C. Ricci, A. Trifonova,

A. Zoakou (2013). Enhancing Manipulative Learning with SmartObjects. To appear in the Proceedings of LINQ 2013 Conference, May 16-17, Rome, Italy 

Analisi, adattamento e valutazione di una metodologia di apprendimento game-based: rielaborare la metodologia di apprendimento game-based su decision making sviluppata nel progetto DREAD-ED per adattarla al nuovo contesto aziendale

La Walden Technology ha vinto una gara promossa dall’ISTC del CNR di Roma.

Responsabile: Carlo Ricci (Istituto Walden)

Riconoscimenti

Riconoscimenti dal 2000

Nel 1997-2000 viene designato – con D.M.del 30/06/1997 della Pubblica Istruzione – un membro dell’Istituto Walden nell’Osservatorio Permanente per l’Integrazione Scolastica  della Persona in Situazione di Disabilità

Nel 1999-2000 viene designato – con D.M. della Pubblica Istruzione – un membro dell’Istituto Walden come National Working Partner nella European Agency for Development in Special Needs Education in rappresentanza del M.P.I. italiano

Nel 1999-2000 viene assegnata ad un membro dell’Istituto Walden la Presidenza del Seminario Nazionale di Studi sulle politiche d’intervento a favore dei disabili gravi “D’Ora in poi”. Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento degli Affari Sociali

Nel 2000 l’Istituto viene riconosciuto come Scuola di Specializzazione in Psicoterapia ad Indirizzo Comportamentale e Cognitivista con decreto del MIUR del 16/11/2000. I direttori sono Paolo Meazzini fino al 2005, Carlo Ricci dal 2006.

Nel 2001-02 viene designato – con D.D. del 16/01/2001 – un membro del nostro Istituto come componente del Comitato Tecnico Scientifico del Progetto Wish (WISH – formazione sul Web per Insegnanti sul Sostegno all’Handicap) promosso dal MIUR e realizzato dal CNR di Roma.

Nel 2003-2005 viene designato un membro dell’Istituto Walden nel Comitato Tecnico con funzioni di coordinamento dell’Osservatorio Regionale per l’Integrazione Scolastica della Regione Marche

Nel 2003 viene designato – con D.R. del 3 settembre 2003 – un membro del nostro Istituto come componente del Comitato Tecnico Scientifico bilaterale sulle Disabilità Istituito dalla Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI)

Nel 2004 viene designato un membro dell’Istituto Walden nel Comitato di CoordinamentoIn rappresentanza della Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome in seno al Gruppi di coordinamento per la pianificazione delle attività, la verifica in corso d’opera e gli eventuali interventi sul progetto ICF e politiche del lavoro. Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Nel 2005 viene designato un membro dell’Istituto Walden nel Comitato Tecnico Scientifico del Progetto ICF realizzato da “Italia Lavoro”

Nel 2006 viene designato – con D.M.del 30/08/2006 della Pubblica Istruzione – un membro dell’Istituto Waldenn nell’Osservatorio per l’Integrazione Scolastica  delle Persone Disabili

Nel 2008 la sede dell’Istituto Walden di Bari viene riconosciuta come Scuola di Specializzazione in Psicoterapia ad Indirizzo Comportamentale e Cognitivista con decreto del MIUR del 11/01/2008

Nel 2009 viene designato un membro del nostro Istituto come componente del Comitato di Coordinamento del Corso di Sostegno della SSIS delle Università del Lazio

Nel 2013 viene riconosciuto alla Walden Technology s.r.l. lo status di start-up innovativa a vocazione sociale

Nel 2014 viene designato un membro del nostro Istituto come componente del Comitato Tecnico Scientifico ed Etico della Lega del Filo d’Oro di Osimo ed è stato eletto come Presidente

Nel 2015  viene designato un membro del nostro Istituto come componente del gruppo di lavoro “Processi formativi e inclusione scolastica” dell’Osservatorio Nazionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. L’Istituto Walden è tra i soci fondatori della “Consulta delle Scuole Italiane di Psicoterapia Cognitiva e comportamentale”. La Walden Technology è accreditata all’Anagrafe Nazionale delle Ricerche dal MIUR con il numero di CAR 61994USO.

Pubblicazioni

Nel 1984 viene fondata la rivista “Terapia del Comportamento” (Edizioni Bulzoni) organo ufficiale dell’Istituto Walden fino al 1999. Il direttore è Paolo Meazzini, il segretario di redazione è Carlo Ricci.

Dal 1984 al 1994 viene pubblicata la newsletter dell’Istituto Walden per le edizioni Learning Press.

Nel 1984 viene fondata la rivista “HD Giornale Italiano di Psicologia e Pedagogia dell’Handicap e delle Disabilità” (Edizioni Learning Press) organo ufficiale dell’Istituto Walden fino al 2000.

Nel 2001 viene fondata la rivista “Handicap Grave” (Edizioni Centro Studi Erickson) organo ufficiale dell’Istituto Walden. Editor in Chief Carlo Ricci, Co-Editor Giulio Lancioni

Nel 2008 le Edizioni Erickson di Trento inaugurano la collana “Interventi Cognito Comportamentali in Disturbi del Comportamento e dell’Apprendimento” diretta da Carlo Ricci e Giulio Lancioni

Nel 2014 le Edizioni Erickson di Trento inaugurano la collana “Principi, modelli e tecniche di intervento ABA-VB – Applied Behavior Analysis and Verbal Behavior”” diretta da Carlo Ricci

Affiliazioni

Dal 10 ottobre 1994 l’Istituto Walden è affiliato alla “Association Québécoise pour l’avancement du Behaviorism Paradigmatique” del Canada

Dall’11 ottobre 1994 l’Istituto Walden è affiliato alla “Association pour l’Etude, la Modification et la Thérapie du Comportament” del Belgio

Il 22 marzo 1994 viene stipulata la convenzione con L’Istituto di Psicologia dell’Università Autonoma di Barcellona per collaborazioni scientifiche e formative

Dal 16 giugno 1995 l’Istituto Walden è affiliato alla prestigiosa “Association for Advancement of Behavior Therapy” (USA). Attualmente Association for Advancement of Cognitive Behavior Therapy.

Nel 1999 viene stipulata la convezione per lo svolgimento del tirocinio formativo per i laureati in Psicologia all’Università “La Sapienza” di Roma

Nel 2003 viene stipulata la convezione per lo svolgimento dei tirocinio formativo per i laureati in Psicologia all’Università di Urbino

Nel 2005 viene stipulato un accordo di programma con L’Istituto Universitario di Scienze Motorie di Roma per collaborazioni scientifiche e formative

Nel 2009 viene stipulata la convenzione per lo svolgimento del tirocinio formativo con la Scuola di Specializzazione in Psicologia della Salute dell’Università La Sapienza di Roma

Nel 2011 viene costituita la Walden Technology s.r.l.

Nel 2012 l’Istituto Walden è Sponsor della 5th International Conference on Spatial Cognition “Space and Embodied Cognition” dell’Università “La Sapienza” di Roma

Nel 2013-2015 la Walden Technology finanzia due borse di studio della scuola di dottorato del Dipartimento di Psicologia Dinamica e Clinica della Facoltà di Medicina e Psicologia dell’Università “La Sapienza” di Roma

Convegni, Workshop e Seminari

Dal 1982 ad oggi viene avviata un’intensa attività di Convegni Internazionali, Workshop e Seminari con gli autori più rappresentativi del movimento di Psicologia Cognitivo Comportamentale tra cui segnaliamo:

Fra i relatori stranieri:
A.W. Staats (Università delle Hawaii, U.S.A.), J. Wolpe (Università di Philadelphia), Edward Carr (Università di Stony Brook, New York), J. Brown (Università di Manchester), R. Hallam (Maudsley Istitute of Psychiatry, Londra), G. Spivack (Università di Philadelphia), Laura Schreibman (Università della California), Maria Callias (Maudsley Hospital, London), Patricia Howlin (Maudsley Hospital, London), F. Kanfer (Università dell’Illinois), M. Argyle (Università di Oxford), Gerald Patterson, Marion Forgatch, Patricia Chamberlain, John B. Reid (Università dell’Oregon ed Oregon Social Learning Center) Jean Rondal (Università di Liegi, Belgio), Brian Strattford (Università di Birmingham), Ivor Lovaas (Università di Los Angeles), P. Kendall (Università di Philadelphia), E. M. Heyby (Università delle Hawaii). Laurie Miller (Università di London, Canada), Robert Stowe (Behavioral Neurology, University of Pittsburg), Peter Sturmey (Queens College, New York), Lewinsohn P.H. (Università di EUGENE, Oregon), Sharon Anthony Bowe (President of Confidence Training USA), Thomas Oakland (Florida State University), Mark F. O’Reilly (University of Austin, Texas, USA), Jeff Sigafoos (University of Hobart, Tasmania Australia), Antony Cuvo (University of Illinois), Nina Zuna (University of Austin, Texas, USA).

Fra i relatori italiani:
Paolo Meazzini, Ezio Sanavio, Riccardo Venturini, Luigi Giacco, Giulio Lancioni, Antonio Nisi, Aldo Galeazzi, Gianfranco Goldwurm, Pio Ricci-Bitti, B Bauer,  S. Soresi, D. Francescato, Gian Vittorio Caprara, Gaetano De Leo, Mauro Laeng, Concetta Pastorelli, G. Ballanti, P. Ceccarani, Enrico Rolla, Cesare Cornoldi, L. Fontana, F. Compagnoni, Lorenzo Cionini, Lucio Cottini, D. Olmetti Peja, Flavio Vetrano, L. De Anna, Rosa  Ferri,  Sergio Neri, Orazio Miglino.